28 Dicembre 2020
Coldiretti Piemonte – Brexit: l’accordo salva 600 milioni di export agroalimentare Made in Piemonte

 

L’accordo salva 3,4 miliardi di euro di esportazioni agroalimentare in Gran Bretagna che è l' unico settore del Made in Italy che è cresciuto nel 2020 Oltremanica, nonostante la fase recessiva provocata dalla pandemia. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti divulgata in riferimento alla positiva conclusione dei negoziati per la Brexit. La Gran Bretagna si classifica al quarto posto tra i partner commerciali del Belpaese per cibo e bevande dopo Germania, Francia e Stati Uniti.

“Un accordo che salva l’export agroalimentare del Made in Piemonte che vale circa 600 milioni di euro – spiegano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale -. In particolare Oltremanica volano il vino, i formaggi e la frutta, soprattutto i mirtilli di cui si esportano 100 mila quintali. L’export del vino, vale circa 240 milioni di euro: cifra importante che fa notare quanto la qualità della produzione piemontese sia apprezzata dai britannici che amano soprattutto le bollicine, così come anche il Gorgonzola che spicca tra i formaggi piemontesi esportati in Uk di cui il Piemonte, nell’ultimo anno, ne ha prodotto 40 mila tonnellate, circa il 50% della produzione nazionale. A preoccupare – continuano Moncalvo e Rivarossa – erano anche i rischi sulla mancata tutela giuridica dei prodotti a indicazioni geografica e di qualità (Dop/Igp) che incidono per circa il 30% sul totale dell’export agroalimentare Made in Italy e che, senza protezione europea, rischiavano di subire la concorrenza sleale dei prodotti di imitazione inglesi e da Paesi extracomunitari”.