18 Dicembre 2019
Coldiretti Piemonte – Florovivaismo: due misure per sostenere il verde Made in Piemonte

Via libera alla norma che favorisce il verde Made in Italy, dando la possibilità ai vivai di vendere piante provenienti da altre aziende agricole italiane con un regime fiscale semplificato. E’ quanto annuncia la Coldiretti nell’esprimere soddisfazione per l’inserimento nella Legge di Bilancio del riconoscimento di un trattamento che rende più competitive le imprese del settore florovivaistico, grazie a una semplificazione amministrativa derivante dall’applicazione del sistema di tassazione forfettario. La norma consente in pratica ai vivai di commercializzare, nei limiti del 10% del proprio volume di affari, anche piante vive e prodotti della floricoltura acquistati da altri imprenditori agricoli florovivaistici applicando sui ricavi derivanti dalla vendita di tali prodotti un coefficiente di redditività pari al cinque per cento.

“Il provvedimento si aggiunge alla proroga, inserita nel decreto milleproroghe, per il prossimo anno del bonus verde, due misure che aiutano il florovivaismo che è un settore di punta del Made in Italy e che in Piemonte genera una produzione lorda vendibile di oltre 130 milioni di euro di cui con più di 1100 imprese diffuse sul territorio, una superficie complessiva di 1300 ettari, una produzione di piante ornamentali di oltre 10 milioni ed un totale di circa 3500 addetti. Proprio per tutelare e valorizzare il nostro patrimonio servono queste attenzioni, fondamentali per implementare l’attività delle nostre imprese, utili anche a stimolare gli acquisti di piante ed i lavori di realizzazione delle aree verdi private, qualificare le aree urbane ma anche a ridurre l’impatto degli inquinanti nelle città, obiettivo del Green New Deal del Governo”, affermano il presidente di Coldiretti Piemonte Roberto Moncalvo e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa.