15 Febbraio 2008
Ottenuto Tavolo di confronto politico sulla Direttiva Nitrati

Ancora alta l’attenzione di Coldiretti per quanto riguarda l’applicazione della direttiva nitrati.
L’attuale regolamento così come predisposto dalla Regione, sarebbe, infatti, fortemente penalizzante per tantissime imprese.
Per evitare che questo accada Coldiretti ha richiesto un Tavolo di confronto politico, nel quale valutare gli aspetti non prettamente tecnici della questione per poter garantire una corretta applicazione della norma non vessatoria e concertarla nell’interesse dei cittadini consumatori.
Di tutto questo si è parlato durante una prima riunione svoltasi martedì a Fossano, durante la quale ha partecipato anche il Direttore Regionale Coldiretti Piemonte.  
All’assessore regionale all’agricoltura Mino Taricco sono state presentate specifiche richieste che non penalizzino in maniera così devastante l’attività agricola.
“A questo Tavolo Coldiretti chiede di migliorare situazioni ambientali a beneficio di tutti, che siano previste risorse economiche per la trasformazione in loco dei prodotti, di ridurre l’impatto per aumentare l’economia locale e creare nuovi posti di lavoro. – ha sottolineato durante la riunione il direttore regionale Bruno Rivarossa -  Un capitolo importante è quello rappresentato dalla richiesta di deroga da 170 a 250 chilogrammi per ettaro di azoto, così come già accade in Paesi molto attenti ai problemi ambientali, quali Belgio e Olanda, che hanno in alcune aree un carico maggiore di sei volte rispetto alla pianura Padana.”
 Per adeguarsi al resto d’Europa, infine, e permettere al Tavolo di divenire operativo, è stato richiesto che la data di scadenza per l’applicazione possa slittare al 31 dicembre 2011.
La Regione ha dato immediata adesione al Tavolo con gli assessorati Agricoltura e Ambiente.
 

Scuola di pastorizia – secondo modulo

Clicca qui per scoprire tutte le informazioni

APP Campagna Amica